>>Fastidi intimi maschili: cause e rimedi

Fastidi intimi maschili: cause e rimedi

Secchezza e patologie dermatologiche intime non interessano solo l’universo femminile. Anzi: esistono fastidi intimi maschili specifici, come le balaniti.

Con il termine balanite si intende un’infiammazione del glande accompagnata da eritema, bruciore e prurito. L’infiammazione può essere causata da diversi fattori:

  • infezioni (batteriche, micotiche o virali)
  • dermatiti

Bruciore intimo maschile: le cause

Il principale fattore predisponente alla balanite è la scarsa o scorretta igiene intima.
Se sudore e sporco non vengono allontanati, infatti, si favorisce lo sviluppo di infezioni.

D’altro canto anche un’igiene intima troppo aggressiva, con prodotti non adatti, può causare fastidi all’area genitale.

Detergenti intimi aggressivi, ad esempio, possono danneggiare la mucosa del glande creando le condizioni per una balanite di tipo irritativo.
Questo tipo di infiammazione di solito lascia la mucosa in una condizione di secchezza residua, che prolunga nel tempo il disagio anche dopo che la fase acuta irritativa si è conclusa.

 

Cosa fare in caso di dermatiti genitali

Le dermatiti delle aree genitali sono spesso sottovalutate e possono essere confuse con infezioni. Per questo è importante rivolgersi al proprio medico per avere una corretta diagnosi.

In caso di fastidi intimi maschili, come la secchezza al glande da balanite, è bene non sottovalutare la situazione, per evitare l’insorgenza di uno stato di infiammazione intima cronica.

Da un punto di vista del trattamento dermocosmetico, sono disponibili diverse formulazioni che permettono di alleviare i fastidi intimi. I più comuni sono in forma di gel a base di polimeri filmogeni che imitano l’azione fisiologica del muco.

Questi prodotti intimi, essendo su base acquosa, sono facili da spalmare ma donano un’idratazione e un sollievo che in molti casi si rivelano di breve durata e non abbastanza efficaci.

In presenza di secchezza cutanea è invece necessario proteggere fisicamente la mucosa con sostanze di natura lipofila, veicolate in crema. Queste sostanze riescono a formare film che permangono più a lungo e isolano la mucosa dagli stimoli chimici e fisici a cui è sottoposta continuamente. In questo modo le permettono di ritrovare il suo equilibrio.

Come ridurre i fastidi intimi maschili

Un aspetto che può essere dato per scontato, ma che non bisogna mai dimenticare, è l’importanza di una corretta detergenza.

Quando la barriera epidermica o la mucosa dell’area genitale sono danneggiate e irritate, è molto importante che il detergente non peggiori ulteriormente la situazione.

Per questo è meglio scegliere prodotti che detergono per affinità. Ovvero detergenti che, grazie alla presenza di oli specifici, sciolgono lo sporco senza alterare la barriera epidermica o il pH.

Un’adeguata detersione rispettosa della pelle, infatti, può contribuire a ridurre i fastidi intimi maschili e a mantenere l’equilibrio di cute e mucose.