>>Dermatite irritativa da contatto

Dermatite irritativa da contatto

La pelle è danneggiata da un contatto

Cos’è

E’ un’infiammazione provocata da una sostanza che, entrando in contatto con la pelle, la danneggia. È una dermatite molto frequente.

Rimane circoscritta alla zona di contatto e, una volta cessato lo stimolo irritativo, scompare spontaneamente.

Cause

possono essere tantissime: solventi, alcoli, sostanze volatili, saponi, tensioattivi concentrati e aggressivi, sostanze acide o basiche, agenti corrosivi, abrasivi, polveri, tessuti sintetici, vento, freddo.

Sintomi

prurito, arrossamento della pelle, gonfiore, vescicole, desquamazione dello strato superficiale, ispessimento, ragadi.

Dove si manifesta

nelle sedi di esposizione e contatto con la sostanza/agente che la provoca.

Come si cura
  • allontanando la causa/agente scatenante;
  • riducendo l’infiammazione, possibilmente senza l’uso dei cortisonici;
  • ricostruendo la barriera della pelle attraverso l’emollienza e la detersione.
Cosa non fare
  • usare detergenti troppo aggressivi (saponi), e prodotti potenzialmente allergizzanti (profumi, conservanti, coloranti, metalli) perché spesso una DIC (dermatite irritativa) diventa una DAC (dermatite allergica).
  • usare detergenti molto schiumogeni e profumati;
  • avere in casa arredi difficili da lavare, pareti, moquette, peluche, tende pesanti e non lavabili (velluto);
  • tenere temperature elevate e animali in casa, fumare in casa.
Share
Ceramidi, asse portante della barriera epidermica
Leggi
Pelle ipereattiva: quando la barriera epidermica perde stabilità
Leggi
dalla ricerca all'innovazione
DOMANDE FREQUENTI